[AGGIORNATO] WhatsApp Hacked – Impersoniamo un’altra persona

 

ATTENZIONE: La vulnerabilità è stata risolta, non è più possibile utilizzare la procedura illustrata!

Continuano i problemi del famoso software di messaggistica istantanea WhatsApp, risolto il problema della memorizzazione in chiaro delle conversazioni un ricercatore Tedesco  Sam Granger ha individuato una nuova vulnerabilità ancor più preoccupante.

L’autenticazione degli utenti durante l’invio o la ricezione dei messaggi è violabile, ciò permette ad un estraneo di prendere pieno possesso di un account WhatsApp inviando messaggi o di leggere anche le eventuali risposte.

Ogni utente che vuole inviare un messaggio o verificare se ha dei messaggi da leggere si autentica sui server attraverso una “password” generata automaticamente dal software. La password è però facilmente riconducibile perché si basa sul codice IMEI degli Smartphone non Apple o del MAC Address per gli utenti Apple.

[AGGIORNATO 18/12/2012]
Generazione della Password per i dispositivi Android:

$imei = “112222223333334”; //  IMEI di esempio
$androidWhatsAppPassword = md5(strrev($imei)); // calcolo della Password (inversione dell’IMEI e generazione del MD5)

Generazione della Password per i dispositivi iOS a cura di Ezio Amodio:

$wlanMAC = “AA:BB:CC:DD:EE:FF”; // WLAN MAC address di esempio
$iphoneWhatsAppPassword = md5($wlanMAC$wlanMAC); // calcolo della Password

Generazione della Password per i dispositivi BlackBerry:

$imei = “112222223333334”; //  IMEI di esempio
$BBWhatsAppPassword = md5(strrev($imei)); // calcolo della Password (inversione dell’IMEI e generazione del MD5)

Per i dispositivi BB non è possibile avviare una conversazione interattiva, il servizio BIS vi scollegherà una volta inviato il primo messaggio rendendo impossibile la lettura della risposta.

Generazione della Password per i dispositivi Windows Phone a cura di Ezio Amodio:

$DeviceUniqueID = “112222223333334” // ID del Dispositivo
$WPWhatsAppPassword = $DeviceUniqueID // calcolo della Password

Per la lettura del vostro ID Dispositivo potete affidarvi all’applicazione gratuita Device Unique Id disponibile nel Market Place.

L’username è ancor più semplicemente il vostro numero di cellulare anteposto dal prefisso internazionale senza il simbolo + o il doppio zero (Es. 393481234567).

Read more

Rilasciato Weevely 0.7.1

Weevely, per chi ancora non lo conoscesse, è un generatore di Backdoor PHP sviluppato dal nostro compaesano Emilio Pinna. Il software Weevely permette quindi di creare un ambiente simile ad una shell SSH/Telnet per acconsentirci di eseguire comandi sul server remoto, nonostante funzioni in ambiente PHP il software tenta diversi approcci per fornire all’utente una shell funzionante con i maggiori permessi ottenibili.

Recentemente Weevely si è aggiornato alla versione 0.7.1 recependo il seguente changelog:

  • net.proxy module forwards your HTTP traffic trough remote target machine as a real proxy. First run :net.proxy, then set ‘http://localhost:8080′ as HTTP proxy in your favourite web browser and browse anonymously through target web server.
  • net.php_proxy module installs a PHP script to browse anonymously through remote target machine.
  • net.scan module performs port scan from your target web server
  • file.rm module removes files and directories, also in restricted PHP enviroinments

Weevely lo trovate preinstallato nella famosa distribuzione di Pen Testing BackBox, oppure lo potere scaricare attraverso il sito internet ufficiale. Dopo il salto vi lasciamo con una breve video guida dimostrativa.

Read more

Rilasciato BackBox 2.05

Solo ieri vi avevamo annunciato l’imminente arrivo della versione 2.05 di BackBox, il team di sviluppo ha ultimato nella tarda …

Read more

Rilasciato BackBox 2.01

Il Team di BackBox ha reso disponibile l’ultima versione 2.01 della famosa distribuzione dedicata al Pen Testing, la principale novità …

Read more