Usa, hacker condannato a 20 anni di carcere

BOSTON (Reuters) – Uno dei più famosi hacker al mondo è stato condannato oggi a 20 anni di carcere dopo essersi dichiarato colpevole di aver gestito uno dei più grandi giri di pirateria a livello globale.

Albert Gonzalez, 28enne di Miami, ha confessato di aver contribuito a guidare un giro che ha rubato oltre 40 milioni di numeri di carte di pagamento da negozi come TJX Cos, Wholesale Club e Barnes & Noble.

Gonzalez rischiava fino a 25 anni di carcere, ma ha chiesto al tribunale indulgenza nella condanna, dicendo di essere stato dipendente dai computer sin dall’infanzia, di aver abusato di alcol e droghe illegali per anni e di soffrire della sindrome di Asperger, una forma di autismo.

In aula a Boston, l’uomo ha detto che i suoi crimini sono usciti fuori controllo a causa della sua “incapacità a fermare la curiosità e la dipendenza”.

La condanna potrebbe essere estesa da un altro magistrato domani, che lo dovrà giudicare su una seconda serie di accuse per le quali si è già dichiarato colpevole: il furto di decine di milioni di numeri di carte di pagamento di società come Heartland Payment Systems, 7-Eleven Inc e la catena Hannaford del New England.

Fonte