Articoli

BackBox 4.1

Oggi è giornata di festeggiamenti e come vi avevo preannunciato BackBox 4.1 è finalmente disponibile al grande pubblico 😉 abbiamo fatto un grande lavoro per poter ottimizzare al meglio questa nuova versione correggendo tanti piccoli errori della precedente versione 4.0. Una grande novità è volta alla virtualizzazione, caricando BackBox in live-mode troverete già disponibili e avviati i servizi open-vm-tools e open-vm-tools-desktop per rendere ottima l’esperienza di virtualizzazione, sarà infatti possibile copiare ed incollare testo tra la macchina fisica e virtuale, adattare lo schermo con la risoluzione che più si preferisce ed avere il supporto completo del networking. Sono stati inoltre aggiornati tutti i software preinstalli in BackBox, tra i quali Wifite che presentava diversi problemi durante il cracking di una rete WEP, i problemi sono stati corretti dallo sviluppatore Brian Pow grazie al nostro supporto.

Potete effettuare il download di BackBox sul sito internet ufficiale, per chi avesse necessità di ulteriori informazioni o di supporto vi ricordo che è disponibile una WiKi e un ottimo Forum!

Per migrare da BackBox 4.0 a 4.1 basta lanciare i seguenti comandi, se invece avete ancora una versione di BackBox precedente alla 4 vi invitiamo a fare una installazione ex-nova:

sudo apt-get update
sudo apt-get dist-upgrade
sudo apt-get install -f
sudo apt-get install backbox-default-settings backbox-desktop –reinstall
sudo apt-get install backbox-tools –reinstall
sudo apt-get autoremove –purge

Vi lascio con il changelog integrale, buon download!

What’s new

Preinstalled Linux Kernel 3.13
New Ubuntu 14.04.1 base
Installer with LVM and Full Disk Encryption options
Handy Thunar custom actions
RAM wipe at shutdown/reboot
System improvements
Upstream components
Bug corrections
Performance boost
Improved Anonymous mode
Predisposition to ARM architecture (armhf Debian packages)
Predisposition to BackBox Cloud platform
New and updated hacking tools

System requirements

32-bit or 64-bit processor
512 MB of system memory (RAM)
6 GB of disk space for installation
Graphics card capable of 800×600 resolution
DVD-ROM drive or USB port (2 GB)

 

WiFite è uno strumento automatico di attacco alle rete wireless, il suo scopo è di attaccare più reti WEP o WPA allo stesso tempo. Questo strumento è personalizzabile per essere automatizzato su alcune specifiche reti attraverso l’indicazione di parametri principali. E ‘stato progettato per l’utilizzo con le distribuzioni di Linux Pentesting, come Backtrack 5 R1, BlackBuntu, BackBox o qualsiasi distribuzione Linux con driver wireless patchati per l’iniezione.

Lo scorso agosto WiFite ha raggiunto la versione 2.0 r85 la quale prevede i seguenti cambiamenti:

  • wifite v2, wps support, bug fixes, complete code re-write.
  • Updated handshake capture line to accept pyrit’s new output. (thanks shaktisinh)
  • Changed WPA deauth from -h to -c as per fercerpav’s suggestion.
  • Remove apostrophe before using in SQL statement
  • Added single quotes back to SQL statements
  • Remove apostrophe from sql statements
  • Replace sql strings with triple-quote strings

Potete scaricare WiFite attraverso il sito internet ufficiale disponibile su Google Code.

Via | PentestIT

WiFite,

è stato progettato prevalentemente per BackTrack e nasce con lo scopo di attaccare in un unico processo più reti WEP e WPA, pertanto sarà possibile tentare l’attacco simultaneo a più reti wireless.

Il software permette una personalizzazione molte dettagliata di cosa e come attaccare una rete Wireless, di default procede all’analisi di una rete con maggior segnale (in dB) dando prevalenza alle reti WEP data la facilità del recupero della chiave wireless. Ma è inoltre possibile settare un time out oltre in quale il processo terminerà l’analisi dedicandosi esclusivamente alle reti rimanenti; tutti gli handshakes delle reti WPA vengono inoltre memorizzati per un eventuali analisi/bruteforce con altri mezzi.

Il software è disponibile in modalità console (come da screen principale) oppure in versione GUI:

E’ possibile effettuare il Download del software e documentarsi sull’utilizzo sul sito ufficiale del progetto.