Articoli

Marsilio Editori, in collaborazione con il Festival Internazionale del Giornalismo di Perugia (25-29 aprile 2012), distribuisce gratuitamente Il giornalista Hacker. Piccola guida per un uso sicuro e consapevole della tecnologia di Giovanni Ziccardi, un agile volumetto in cui l’autore descrive e spiega alcuni trucchi da hacker che possono rivelarsi di grande utilità per chi esercita oggi una professione delicata e costantemente a rischio per quanto riguarda la sicurezza informatica come quella del giornalista. La guida può essere utile anche ad avvocati, blogger, attivisti ecc.

«Di certo, il senso delle regole elementari che seguono non è quello di voler far diventare chiunque “hacker in un’ora”» scrive Ziccardi nella prefazione che è possibile leggere interamente sul sito del Festival. «Il percorso verso l’hacking è lungo, tormentato, fatto di tante prove e curiosità, di tentativi, di errori. Però è pur vero che tutti possono essere un po’ hacker nella vita quotidiana, ossia possono cercare di superare quel velo di normalità cui le tecnologie di oggi ci abituano e spingersi, anche solo per curiosità, verso strumenti che possano portare benefici immediati anche nella vita informatica di tutti i giorni e, soprattutto, nelle professioni più delicate.»

Potete scaricare l’eBook Gratuito cliccando qui in formato PDF oppure è disponibile in formato epub in tutti gli store che distribuiscono gli ebook Marsilio per esempio Amazon Kindle Store.

Si svolgerà a Milano presso AtaHotel Executive il 20 e 21 Marzo, la quarta edizione dell’Hacking Film Festival, rassegna serale dedicata a lungometraggi e filmati indipendenti sul tema dell’hacking e della (in)sicurezza, presentati e commentati da esperti del settore.
Il Festival nasce all’interno del progetto Security Summit, il convegno di tre giorni dedicato alla sicurezza informatica, organizzato da Clusit, la principale associazione italiana che riunisce gli esperti sulla sicurezza informatica, e CEventi. La rassegna è realizzata in collaborazione con la Facoltà di Informatica Giuridica dell’Università degli Studi di Milano.

Tra gli esperti hacker e studiosi italiani del fenomeno coinvolti ci sono i nomi di Raoul Chiesa, Alessio Pennasilico, Pierluigi Perri e Giovanni Ziccardi, consulenti del settore e docenti dell’Università degli Studi di Milano che, insieme ad altri ospiti, coordineranno un breve dibattito sui contenuti e ascolteranno e commenteranno le osservazioni del pubblico. Tra gli ospiti delle due
serate è confermata la presenza del filosofo Lele Rozza.
Nel corso della prima serata (20 marzo, ore 18:15) verrà proiettato “The KGB, the Computer and Me“, storia di un astronomo, Clifford Stoll, che, ipotizzando un hacking in un computer del Lawrence Berkeley Laboratory si trova coinvolto in una caccia all’intruso che lo porta sino a Markus Hess, cracker del KGB, e a intriganti vicende narrate nel suo best seller “The Cuckoo’s
Egg”. L’altra versione della storia, interpretata da un punto di vista “hacker”, sarà narrata nel film “23“.

Durante la seconda serata (21 marzo, ore 18.15) gli spettatori potranno assistere alla proiezione di “Cybercriminals” di Misha Glenny, dove si analizzano i profili di sei cybercriminali raccontandone la storia, senza tralasciare aspetti psicologici e personali.

Il Festival è a partecipazione gratuita, ma la prenotazione è obbligatoria. Per iscriversi alla rassegna cinematografica è sufficiente inviare una email all’indirizzo [email protected] precisando se ci si iscrive ad entrambe le serate o a quale delle due.
Al termine, gli spettatori sono invitati a partecipare ad un aperitivo.

Il 25 Gennaio 2012 uscirà in tutte le librerie il nuovo Thriller “L’ultimo Hacker di Giovanni Ziccardi, un appassionante e originale giallo che esplora i lati oscuri del mondo delle nuove tecnologie.

Negli anni novanta, Alessandro Correnti era Deus, uno degli hacker più famosi e rispettati al mondo, poi era diventato un intransigente difensore delle libertà civili nel ciberspazio per un’importante gruppo di attivisti. Ora è un avvocato quarantenne un po’ nerd che ha aperto un piccolo studio di diritto penale in centro a Milano. È single, guida una strana motocicletta australiana che pare uscita da una guerra nucleare e conduce una vita piuttosto riservata. La quiete tanto agognata è però destinata a durare poco. Un piovoso autunno milanese lo vede coinvolto in un delicato caso di pedopornografia e in una questione di tratta di cuccioli di cani dall’Est Europa che lo porteranno a confrontarsi con il mondo della criminalità organizzata e con malviventi senza scrupoli. Nel frattempo, il suo vecchio mentore atterra a Milano per rivelare misteriose informazioni su un progetto per il controllo tecnologico delle persone. Alex si troverà a dover attraversare in motocicletta l’Italia, da Milano a Matera, dalle Murge al Carso, in una lotta non solo contro il tempo ma anche contro la capacità di controllo e l’invasività delle nuove tecnologie. E in questo viaggio tornerà, pian piano, l’hacker che era: anonimo, spietato e geniale.

È possibile acquistare il libro in versione cartacea o eBook sul sito dell’Editore Marsilio oppure visionare ulteriori dettagli sul sito dell’autore.

È ormai alle porte il quinto corso di formazione sulla Computer Forensics e Investigazioni Digitali tenuto dall’Università di Milano, un corso che ha riscontrato un notevole successo gli scorsi anni grazie alle partecipazioni di Docenti di grande fama ed esperienza in questo ambito.

Il Prof. Simone Bonavita mi ha recentemente informato che si terrà una Lezione Zero completamente gratuita nella quale si potrà approfondire le tematiche sul corretto approccio giuridico e tecnico alla scienza delle investigazioni digitali, parteciperanno alla lezione il Fondatore e Coordinatore del Corso di Perfezionamento Prof. Avv. G. Ziccardi, il Prof. Avv. L. Lupària della cattedra di Diritto Processuale Penale e per quanto riguarda l’aspetto tecnico l’Ing. Francesco Picasso.

La Lezione Zero si terrà Mercoledì 30 novembre 2011  dalle 14.00 alle 18.00 nella Sala Crociera Alta – via Festa del Perdono 7, Milano Accesso libero e gratuito. L’iscrizione avverrà in loco fino alla capienza massima dell’aula.

Per accedere al corso completo, che inizierà Giovedì 19 Gennaio 2012 e terminerà il 16 Febbraio 2012, sono richiesti dei Requisiti di Ammissione ed è richiesta una quota di iscrizione pari a 814,62 (comprensivi dell’imposta di bollo prevista dalla legge).

Maggiori informazioni sono reperibili sul sito ufficiale del corso: http://www.computerforensics.unimi.it/

L’uscita del libro “Hacker, il richiamo della libertà” è l’occasione per parlare di diritti e libertà digitali nel 2011:

  • La resistenza elettronica e i dissidenti digitali come nuova forma di hacking: lo stato attuale e le prospettive di sviluppo;
  • Le tecnologie per l’anonimato, la censura, il controllo delle connessioni;
  • Il filtraggio dei contenuti a livello locale e nazionale e i diritti umani;
  • Il rapporto con il segreto, l’ha…cking del sistema politico, le modalità di censura di un individuo, di una comunità, di uno Stato;
  • Il controllo del traffico, gli ISP e i Firewall di Stato, come aggirare la censura.

Ne discuteranno Giovedì 14 Aprile 2011 presso il Dipartimento di Elettronica e Informazione, Politecnico di Milano:

  • Andrea Monti (Avvocato, già presidente di ALCEI, autore dei libri “Spaghetti Hacker” e “Segreti, Spie, Codici Cifrati”)
  • Stefano Zanero (Ricercatore del Politecnico di Milano, area sicurezza informatica)
  • Giovanni Ziccardi (Avvocato, Professore Associato di Informatica Giuridica all’Università degli Studi di Milano, e autore del libro “Hacker, Il richiamo della libertà”

Giovedì durante il meeting di “Computer forensics e investigazioni digitali” tenutosi a Milano ho particolarmente gradito ricevere il recentissimo libro del Professore Ziccardi uscito lunedì 7 Febbraio 2011 nella migliori librerie Italiane.

Il libro “Hacker – Il Richiamo della Libertà” parla delle migliaia di dissenti digitali attivi ogni giorno in tutto il mondo che rischiano la vita per opporsi a forme di governo liberticide e a politiche votate al controllo dei comportamenti dei cittadini.  Dediti allo sviluppo di tecniche per aggirare divieti e per nascondere, cifrare, rendere anonime e svelare informazioni, sono costantemente sorvegliati da gruppi di potere. Muniti di telefoni cellulari, macchine fotografiche, telecamere e computer portatili, trasmettono in tempo reale gli orrori della società. Si attivano per eliminare filtri; si battono per squarciare veli di omertà e per eludere sistemi di censura; rifiutano l’idea di segreto nelle questioni d’interesse pubblico e la consacrano nell’ambito del loro privato; mirano a erodere monopoli mediatici e a smentire false verità di Stato. Allestiscono siti web che pubblicano documenti riservati o aggiornano blog al solo fine di rendere il loro (e il nostro) mondo più trasparente e più libero. Sviluppano codice informatico di grande complessità e affinano le loro competenze con in mente un unico scopo: opporsi.

Maggiori informazioni del libro possono essere reperite sul sito dell’editore o su quello dell’autore.