Articoli

È ormai alle porte il quinto corso di formazione sulla Computer Forensics e Investigazioni Digitali tenuto dall’Università di Milano, un corso che ha riscontrato un notevole successo gli scorsi anni grazie alle partecipazioni di Docenti di grande fama ed esperienza in questo ambito.

Il Prof. Simone Bonavita mi ha recentemente informato che si terrà una Lezione Zero completamente gratuita nella quale si potrà approfondire le tematiche sul corretto approccio giuridico e tecnico alla scienza delle investigazioni digitali, parteciperanno alla lezione il Fondatore e Coordinatore del Corso di Perfezionamento Prof. Avv. G. Ziccardi, il Prof. Avv. L. Lupària della cattedra di Diritto Processuale Penale e per quanto riguarda l’aspetto tecnico l’Ing. Francesco Picasso.

La Lezione Zero si terrà Mercoledì 30 novembre 2011  dalle 14.00 alle 18.00 nella Sala Crociera Alta – via Festa del Perdono 7, Milano Accesso libero e gratuito. L’iscrizione avverrà in loco fino alla capienza massima dell’aula.

Per accedere al corso completo, che inizierà Giovedì 19 Gennaio 2012 e terminerà il 16 Febbraio 2012, sono richiesti dei Requisiti di Ammissione ed è richiesta una quota di iscrizione pari a 814,62 (comprensivi dell’imposta di bollo prevista dalla legge).

Maggiori informazioni sono reperibili sul sito ufficiale del corso: http://www.computerforensics.unimi.it/

Venerdì 18 febbraio, dalle 9, nel salone al piano nobile di villa Giustiniani Cambiaso, sede della facoltà di Ingegneria dell’Università di Genova, si terrà il convegno “La governance della sicurezza delle informazioni in Italia: stato dell’arte e nuove prospettive”. L’incontro è organizzato dalla facoltà di Ingegneria di Genova, da Finmeccanica, da Ansaldo Sts e dall’azienda Aizoon, in occasione dei 140 anni della Regia scuola navale.

Oggi le imprese non hanno a disposizione solo risorse materiali, umane e finanziarie: le informazioni aziendali, elaborate e conservate in via informatica in totale sicurezza, sono elementi essenziali per ogni attività e devono essere accessibili solo alle persone autorizzate: «Questa sicurezza – spiega Paola Girdinio, preside della facoltà di Ingegneria – è minacciata da moltissimi rischi che, una volta realizzati, potrebbero provocare gravi danni alle imprese. Per questo sono nate problematiche e, di conseguenza, norme e strumenti per la loro risoluzione, legate sia all’ambito comportamentale, sia all’adeguamento delle tecnologie e dell’organizzazione interna all’azienda».

Rodolfo Zunino, professore di Information security alla facoltà di Ingegneria dell’Università di Genova, illustra come il convegno affronti questi aspetti dal punto di vista delle istituzioni, della normativa vigente e degli standard internazionali di riferimento. A questi si associa un approfondimento sulla gestione della governance all’interno del gruppo Finmeccanica e uno sguardo alle prospettive di sviluppo tecnico e tecnologico, indispensabili in questo settore. Ermete Meda, esperto di Sicurezza Ict in Ansaldo Sts, sottolinea la crescente importanza di norme e standard nella sicurezza informatica per il comparto industriale.

Saranno presenti alla prima parte del convegno Davide Arecco, professore alla facoltà di Lettere e filosofia dell’Università di Genova; Giuseppe Chiaravalloti, Garante per la privacy; Mauro Bert, del gruppo di lavoro di Uninfo ISO 27000, associazione che partecipa allo sviluppo delle normative del settore tecnico informatico; Fabrizio Cirilli, di Tuv Italia srl, partner d’impresa in certificazione, ispezione, collaudi e formazione; Franco Fiumara, del gruppo Ferrovie dello Stato; Giovanni Rapiti, security manager di Ansaldo Sts; Laura Schiavon, product manager di Bsi Italia.

Alla sessione pomeridiana parteciperanno Romolo Bernardi, del gruppo Finmeccanica; Stefano Bordi, di Elsag Datamat; Umberto Gori, professore all’Università di Firenze; Danilo Massa, di Aizoon srl; Nicola Mugnato, di Digint srl, azienda del gruppo Finmeccanica operante nel campo della sicurezza informatica; Francesco Picasso, del Dipartimento di Ingegneria biofisica ed elettronica dell’Università di Genova.