Security Summit Milanese 2012

 

Dopo il crescente successo ottenuto nelle precedenti edizioni, grazie a momenti di approfondimento sulle tecnologie più significative per la sicurezza ICT e a una particolare attenzione nell’offrire contenuti di elevata qualità, torna a Milano il Security Summit, la manifestazione dedicata alla sicurezza delle informazioni, delle reti e dei sistemi informatici promossa da Clusit, la principale associazione italiana per la sicurezza informatica, e CEventi. Il
convegno si terrà dal 20 al 22 marzo presso AtaHotel Executive.

L’edizione milanese 2012 del Summit si aprirà martedì 20 marzo con l’intervento a quattro mani di Marco Vignati e Mariam Hayryan, due ricercatori di MELANI, struttura che opera all’interno del servizio di Intelligence della Confederazione Svizzera. Vignati, esperto di criminalità nel cyberspazio e sicurezza dell’informazione, vanta una significativa esperienza nell’ambito della sicurezza dello Stato, trattando molteplici casi di cyber-spionaggio ed è specializzato nella ricerca di informazioni sensibili e nel profiling degli autori di attacchi. Mariam Hayryan lavora come consulente per MELANI, specializzandosi nell’analisi della cybercriminalità di origine russofona.

Protagonista della seconda giornata sarà Joe McCray, veterano dell’Air Force esperto in materia di penetration test e sicurezza aziendale. La sua vasta esperienza e profonda conoscenza lo ha reso uno dei più ricercati speaker del settore, particolarmente attivo in alcuni degli eventi principali della security Community, come Black Hat, DefCon, BruCon, Hacker Halted e altri.

La terza giornata vedrà l’intervento di Jart Armin, analista di fama internazionale in operazioni di lotta alla criminalità informatica, di SIGINT (Intelligence Communication or Signal Intelligence) cybersecurity. Armin è noto a tutti i governi per l’analisi del cosiddetto RBN (Russian Business Network), ovvero la prima analisi e report sugli attacchi informatici subiti dalla Estonia e dalla Georgia. Grazie alle sue capacità sono state sgominate operazioni internazionali di crimine informatico. È a capo di un team internazionale di specialisti nel campo della sicurezza informatica che fornisce analisi sul crimine informatico e report trimestrale sugli host e Internet server a livello globale, recentemente oggetto di una speciale sessione di studio e approfondimento presso la Cambridge University, la Harvard University, il Berkman Institute, il Dipartimento della Difesa
americano, ed altri centri di ricerca e università.
“Da sempre Security Summit si caratterizza per la volontà di offrire ai partecipanti momenti strategici di respiro internazionale e occasioni concrete di approfondimento su temi legati alla sicurezza delle reti e dei sistemi informatici”, afferma Paolo Giudice, Segretario Generale CLUSIT. “Per questo, oltre alla presenza di prestigiosi keynote speaker, il programma della manifestazione prevede tavole rotonde, seminari e convegni che vedranno la partecipazione di esperti del settore e
rappresentanti di aziende, associazioni e Istituzioni”.

Tutti gli appuntamenti del Security Summit sono a partecipazione gratuita previa registrazione sul sito www.securitysummit.it