L’Authority Australiana chiede a Google le Pubbliche Scuse!

Il caso di Google Street View sembra non fermarsi più, ora entra in scena anche Karen Curtis della commissione sulla Privacy dell’Australia, secondo le sue recenti dichiarazioni non vi sarebbe una legge Australiana in grado di accusare Google di un reale reato e prevedere una eventuale sanzione ma chiede a Google di annunciare pubblicamente le sue scuse.

Vi ricordiamo che Google ha raccolto, involontariamente, in più di 30 paesi tramite le Google Street View Car dati su tutte le reti private Wireless (SSID, Mac Address, Metodo di Codifica, ecc ecc) generando così un all’allarmismo internazionale sulla violazione della Privacy!

Google ha pertanto provveduto a dichiarare il proprio errore e a chiedere scusa sul proprio Blog Australiano.