GPS Spoofing dirotta un drone governativo!

Il GPS Spoofing colpisce ancora una volta, questa volta il tutto è nato da una scommessa lanciata da un gruppo di studenti universitari del Texas guidati dal professore Todd Humphreys verso l’ente governativo Homeland Security Department.

Gli studenti sono quindi riusciti a dirottare il Drone sfruttando la tecnica di GPS Spoofing spendendo non più di 1000 dollari di strumentazione. Il GPS Spoofing è  la tecnica grazie alla quale è possibile fornire un falso segnale GPS al ricevitore del veicolo, quest’ultimo si ritroverà in una posizione fittizia e ricalcolerà il percorso di navigazione.

Questa tecnica sottovalutata sta diventando una delle minacce più forti in ambito militare, ancor più preoccupante è lo sfruttamento di questa vulnerabilità su mezzi pilotati automaticamente senza una persona umana all’effettiva guida del vicolo. Il drone viene infatti controllato remotamente e il personale di controllo non riesce a determinare un attacco di GPS Spoofing nell’immediatezza, si accorgeranno dell’avvenuto attacco solo rilevando delle immagini incongruenti alle aspettative dalle telecamere di guida.

Se per esempio il Drone deve sorvegliare dall’alto il Colosseo Romano la torre di controllo gli dirà di posizionarsi alle coordinate GPS corrispondenti al Colosseo (41.890274, 12.492333), l’attaccante a questo punto interviene sovrapponendosi al sistema di GPS Satellitare comunicando al Drone che si troverà in quelle coordinate una volta raggiunto il Pantheon Romano, una volta raggiunta la destinazione il Drone comunicherà alla centrale di aver raggiunto le coordinate indicate. La centrale quindi si accorgerà che il Drone è in una posizione sbagliata ricevendo le prime immagini dalle telecamere di bordo, anzichè apparire il Colosseo vedranno il Pantheon.

E se l’intento del Drone fosse quello di bombardare un’area ostile ma gli attaccanti lo dirottano verso una scuola? Spero che accada mai….

Via | DownloadBlog

  • Grcv

    ma informarsi prima di scrivere un articolo, no vero?!?!?!
    “Questa tecnica sottovalutata sta diventando una delle minacce più forti in ambito militare”
    ma non diciamo cavolate, in ambito militare il gps è sicurissimo, infatti il segnale è crittografato e lo spoofing impossibile… e no, l’iran per catturare il drone americano non ha usato il gps spoofing.

    GLI UAV DELL’HOMELAND SECURITY USANO IL GPS CIVILE E NON QUELLO MILITARE.