Giuseppe Scala al centro di innumerevoli discussioni negli ultimi mesi a seguito delle dichiarazioni di aver scoperto nuovo metodo crittografico il quale avrebbe rivoluzionato i tradizionali metodi trasformato il messaggio da criptare in qualcosa di completamente diverso ha finalmente svelato le carte lanciando una sfida a tutti gli esperti di crittografia.

La sfida è suddivisa in tre fasi, la prima fase durerà dal 29.03.12 al 28.04.12 gli sfidanti sono chiamati a decifrare un file criptato. Sarà messo loro a disposizione un testo in chiaro e cifrato ed un ulteriore testo solo cifrato.

Se qualcuno riuscirà a decifrarlo avrà vinto la sfida.
Nella seconda fase dal 28.04.12 al 28.05.12 verrà rilasciata una versione alpha dell’algoritmo utilizzabile da riga di comando, un aiutino per chi si è intestardito e pensa di essere arrivato ad un punto vicino alla soluzione.
Nella terza fase sarà fornita documentazione sul funzionamento dell’algoritmo, le chiavi utilizzate per codificare il file in oggetto, e di una versione BETA dell’algortimo. La sfida si concluderà il 27/6/2012.

Lo stesso Giuseppe Scala dichiara di essere fiducioso, e non crede che il suo algoritmo possa essere crackato da alcun hacker o presunto tale.

È possibile accedere alla prima fase della sfida attraverso il sito dell’associazione Pi-Greco Technology: http://www.pigrecotechnology.it/

Vi lascio con due mie brevissime considerazioni, innanzitutto pubblicamente ammetto la mia ignoranza nel campo crittografico e non accetto la sfida ma trovo l’affermazione del ricercatore un po’ troppo spavalda e invito l’associazione a non limitarsi nel pubblicare la sfida sul loro sito (negli ultimi 3 anni ha accumulato una media di circa 9 visite al giorno) ma di inoltrarla ai maggiori crittografici internazionali. Infine perché non pubblicare l’algoritmo?