Lo scorso Venerdì 16 Dicembre 2011 Google ha rilasciato l’attesissima versione 4.0.3 di Android, ribattezzata Ice Cream Sandwich, per il Samsung Nexus S. Quest’ultimo è un telefono direttamente supportato da Google e pertanto riceve con maggiore priorità tutti gli aggiornamenti dell’OS Android.

In questo articolo vedremo come abilitare i permessi di Root nella ROM originale ICS, ricordo che i permessi di Rot servono ad ottenere il controllo completo del telefono ed a utilizzare determinate applicazioni (TorBot, Adfree, ClockWork Mod, ecc ecc).

Innanzitutto assicuriamoci di aver aggiornato alla versione 4.0.3 il nostro telefono, se tale aggiornamento non è ancora avvenuto potete seguire la guida disponibile sul sito de ilTrillo.com.

File Necessari:

Procedura

Nella procedura daremo per scontato che conoscete l’uso dell’Android SDK pertanto non verranno descritti i passi preliminari (installazione driver, ecc ecc) per tali indicazioni la rete è piena di HowTo e che il Nexus S abbia già il Boot Loader sbloccato.

  1. Copiamo il file root.zip nella memoria di massa interna al telefono;
  2. Spegnere il telefono;
  3. Avviare il telefono in modalità Boot Loader (Volume UP & Power);
  4. Collegare il Nexus al PC;
  5. Tramite riga di comando (nel PC) installiamo la Recovery ClockWork Mod attraverso il comando: “fastboot flash recovery recovery-clockwork-5.0.2.0-crespo.img“;
  6. Avviamo il Nexus in Modalità Recovery (Selezioniamo Recovery dal Bootloader attraverso i tasti del volume e premiamo Power per confermare);
  7. Si avvierà il telefono Modalità Recovery con ClockWork Mod;
  8. Selezioniamo “Install Zip From SDCard”;
  9. Selezioniamo “Toggle Signature Verification: Disabled”;
  10. Selezioniamo “Chose Zip from SdCard”;
  11. Selezioniamo il file “root.zip”;
  12. Selezioniamo il file “Yes – Install root.zip”;
  13. Riavviamo il telefono;
  14. Scarichiamo dall’Android Market l’applicativo Superuser;
  15. Avviare Superuser ed accedere alle impostazioni;
  16. Selezionare “Binario su 3.x.x.x – Tocca per cercare aggiornamenti” e seguire la procedura per aggiornare i file binari;
  17. Riavviare il telefono e buon root!

N.B. Non mi ritengo assolutamente responsabile di eventuali danni recati da tale procedura ogni utente la eseguirà a proprio rischio e pericolo.