Snowden un uomo solo al comando

Una Storia Che Coinvolge

La vicenda di Edward Snowden e del datagate continua ad interessare il mondo dell’informatica ed anche quello della politica. Tuttavia, fino a oggi, nessuno ne aveva parlato in Italia raccontando completamente la storia che vi è dietro. In questi ultimi giorni è stato pubblicato il primo ebook italiano sulla storia di Edward Snowden e del datagate, scritto da Antonino Caffo, giornalista de La Stampa e Panorama. Questo libro digitale racchiude al suo interno le recenti pratiche di spionaggio dell’agenzia federale statunitense NSA che, grazie all’appoggio del governo Obama, ha spiato centinaia di cittadini americani ed europei attraverso il monitoraggio di siti internet, chat e social network. Il datagate dimostra come, ancora oggi, tutti possano essere spiati grazie a tecnologie all’avanguardia. “Edward Snowden, Un uomo solo al comando” è il primo ebook che ripercorre completamente, come in un romanzo noir, la storia del giovane informatico statunitense che mentre un soggiorno alle Hawaii decide di rendere noto al mondo intero tutti i file “classificati” da parte del server della National Security Agency nei precedenti anni. Grazie ad una comunicazione diretta con il Guardian e il Washington Post, Snowden riesce a rendere di pubblico dominio tutti i file ed allo stesso tempo si rifugia in una camera d’albergo di Hong Kong.

Da quel momento la vita di Snowden cambia completamente e fuggendo in Oriente si ritrova bloccato all’interno di un aeroporto russo, dove incontrerà personaggi politici ed attivisti umanitari. La sua storia si intreccia tante volte con quella di Julian Assange, fondatore e volto dell’organizzazione no-profit WikiLeaks che, come Snowden, ha dovuto rifugiarsi presso l’ambasciata boliviana a Londra per il rischio di estradizione per  l’accusa di spionaggio e stupro. Edward Snowden pare più acerbo, sicuramente meno avvezzo alla telecamera e al clamore mediatico di cui tali eventi si dipingono, ma non meno deciso di Assange nel perseguire la strada della verità assoluta.La copertina che accompagna il lavoro è stata realizzata da Michele Sabella (VisualeDigitale), grafico beneventano e fotografo certificato Google.

Il libro è edito da 40k Italia e pubblicizzato dal quotidiano torinese La Stampa. È possibile acquistarlo a partire da questa settimana sugli store digitali di Amazon, Bookrepublic e 40K, sul sito La Stampa e presto sull’iBook Store di Apple. A nostro avviso la vicenda di Edward Snowden, raccontata da Antonino Caffo, permette di far luce sul datagate, che ancora oggi, ha messo in cattiva luce gli Stati Uniti.

Via | ZioGeek

Google Spy

A Maggio 2012 in viaggio da Roma mi misi a discutere con la mia dolce metà su quanti dati Google colleziona dei propri utenti, il discorso prese piede dalla sua curiosità nel capire perché sempre più spesso vedeva inserzioni pubblicitarie attinenti ai suoi gusti o previsioni sulle ricerche sempre più esatte. Mi presi l’impegno di condividere anche con tutti i voi i dettagli che erano emersi in quella piacevole conversazione, infatti a Settembre sulla mia personale Timeline di Twitter ne ho discusso con due amici pubblicando una prima bozza dei dati che Google indicizza.

Sì, è passato più di anno, ma in tutta onesta mai mi son convinto a pubblicare un articolo principalmente a causa della grande glorificazione che Google è riuscita ad ottenere da parte del popolo di Internet. Bestemmiare in rete contro Google è ormai più grave che una bestemmia verso il creatore. Pertanto fin da subito metto ben in chiaro quel che andrò a scrivere nelle righe sottostanti, non parlerò a favore di Google e neanche voglio avere l’assoluta ragione; esprimerò una mia opinione e molto volentieri son disposto a confrontarmi con tutti voi.

Lo scrivo in questi giorni perché trovo l’argomentazione di questo articolo molto attinente agli ultimi scandali che hanno portato alla conoscenza del popolo il programma di spionaggio PRISM. Ho così sondato il terreno sempre su Twitter, scoprendo che il pensiero di un “Google spione” si stava allargando ed è veramente giunta l’ora di scrivere.

Google nasce nel Settembre ’97 come motore di ricerca, ma successivamente iniziò ad occuparsi anche di eMail e Social in tempi più moderni. Il suo successo, come motore di ricerca, è derivato da un prezioso algoritmo in grado di indicizzare milioni di siti internet in brevissimo tempo e riuscire a raccogliere ogni minimo dettaglio abbandonando quel antiquato schema di meta tag HTML. Tutto qui? No, la vera ciliegina sulla torta è stata l’introduzione delle “User Preference”, sistemata talmente importante da esser brevettato.

Continua a leggere

Hack Italy Camp

Cos’è Hackitaly? Pensa ai migliori sviluppatori del Paese Italia, pensa a 48h di puro hacking. E pensa a cosa può uscirne fuori.

Anche per il 2013 presso H-Farm di Roncade, Veneto, viene organizzato l’HackItaly evento nazionale dedicato al mondo del Hacking il 20 e 21 Luglio!

Il programma del Camp(ing) è il seguente:

Saturday
9:30AM     Welcome Breakfast
10:00AM    Introduction, API Pitch, Hackers Team Building
10:30AM    HACKATON START.
12:00PM    Workshop/ API Demo by Api companies, Hardware Room
7:00PM      BBQ
11:00PM – 7:30AM    All Night No Stop hacking powered by Redbull
Sunday
9:00AM    Breakfast
1:30PM    Easy Lunch
2:00PM    STOP HACKING, time for Demos and Mashup picthes!
4:00PM    Prizes and awarding

 
Le iscrizioni sono aperte sul sito internet ufficiale.

Buon HackItaly Camp(ing) a tutti i nostri lettori!